Sai cosa è il Band Positioning? Ne hai sentito parlare ma non hai ancora capito di cosa si tratti? Perché oggi il Brand Positioning è ancora più importante che nel passato?

Senza un Brand Positioning testato, gli investimenti di marketing funzionano male o per niente. In alcuni casi studio è stato dimostrato che, a causa di un cattivo Brand Positioning, l’investimento pubblicitario aveva diminuito le vendite! Possibile???

SI.. certo!!! Ma vediamo subito cosa vuol dire BRAND POSITIONING:

l Brand Positioning è la strategia di marketing che ti posiziona in modo chiaro e differenziante nel mercato e sei percepito come la migliore, se non l’unica, soluzione al problema del cliente

Quindi in poche parole devi essere desiderabile, specifico, chiaro e distintivo rispetto al resto dei concorrenti sul mercato,  e devi essere percepito come il Brand migliore di quella categoria.

Non lo stai ancora facendo… perchè pensi di puntare sul prezzo più basso, sulla qualità e sulla cordialità nei confronto del cliente… allora caro mio, mi dispiace dirtelo ma stai puntando tutto su una casa di paglia che sarà molto semplice da copiare o eguagliare. Questo ti porterà solo alla ROVINA!

Il Brand Positioning lo fai nella mente del tuo potenziale cliente. È nella mente del tuo potenziale cliente che avvengono le decisioni d’acquisto ed è là che devi andare a

competere e a combattere le tue battaglie di marketing.

Un brand permette di rendere differenti una business che altrimenti sarebbe uguali e rendere uno di loro molto più rilevante dell’altro. Quindi rende differente , interessante e rilevante il business che altrimenti sarebbe uguale.

Cos’è il BRAND?

1) Una parola (o breve frase 1-3 parole) che fa riconoscere un prodotto o servizio che è percepito da uno specifico gruppo di clienti (target)

come differente dai concorrenti e una miglior soluzione al loro problema

2) Una “promessa” di prestazioni e benefici che il prodotto o servizio offre al potenziale cliente e che i concorrenti non sono percepiti in

grado di offrire allo stesso livello

3) Un insieme coerente di messaggi di marketing che comunicano la differenza e la promessa al target individuato

Cos’è il POSITIONING? 

Positioning significa mettere il tuo band nella prima posizione della mente del tuo cliente.

Secondo questo modello, nella mente dei clienti, per ogni categoria merceologica che interessa, il cliente si crea delle “scale mentali” in cui

“posiziona” in genere non più di 3 brand: la Brand Leader (il miglior brand)  la Brand Challenger e le altre Brand Follower.

Di solito sei non sei al primo posto nella mente dei tuo clienti vuol dire che ancora non ha fatto un Brand Positionig afficace.

Adesso passiamo alla pratica e vediamo come creare un Brand Positioning per il nostro Business.

 

IDENTIFICA IL POSIZIONAMENTO ATTUALE

Se il Brand è nuovo sul mercato, puoi saltare questo passaggio.

Se il brand è affermato sul mercato e desideri far risorgere il suo Brand Positioning e l’architettura generale del marchio, allora è fondamentale capire e identificare attentamente il posizionamento attuale del brand e avere un’analisi di come sta lavorando a favore del marchio e del suo raggiungimento degli scopi e degli obiettivi generali del business.

Devi individuare le lacune dell’attuale posizionamento del Brand e verificare se vi è la necessità di un riposizionamento del brand.

IDENTIFICA LA CONCORRENZA

Il primo, fondamentale concetto da capire è che devi essere orientato alla concorrenza: il marketing è una battaglia di idee e percezioni contro le idee e percezioni che appartengono ai tuoi concorrenti e che si svolge nella mente dei tuoi potenziali clienti. Quindi è essenziale capire lo scenario competitivo: chi sono i concorrenti e qual è il loro Brand Positioning.

Il brand deve analizzare e comprendere il valore fondamentale, i punti di forza del brand, la natura dei prodotti e dei servizi offerti, l’etica e i fondamenti dei brand competitivi, oltre a individuare le loro proposte di vendita uniche e i fattori che li rendono diversi e unici sul mercato e nella mente dei clienti.

Per fare queste valutazioni velocemente e con ottimi risultati ti consiglio di utilizzare il Metodo Brandshot o l’analisi SWOT

IDENTIFICARE L’IDEA DIFFERENZIANTE

L’essenza di un Brand Positioning efficace è l’idea differenziante.

Ovvero, in che modo il tuo prodotto o servizio – o meglio, la tua promessa di marca – sono diversi dai concorrenti. Questo passaggio prevede l’approfondita introspezione del Brand all’interno e l’identificazione dei valori fondamentali, dei fondamenti su cui il brand è formulato, dei punti di forza, delle proposte di valore, della visione a lungo termine.

Devi definire gli attributi che rendono il tuo Brand unico e diverso dal resto dei brand presenti sul mercato che offrono le stesse linee di prodotti e servizi.

Questa è l’operazione più importante per far si che il tuo brand abbiamo successo a lungo termine

  IDEA Differenziate sbagliata:

Se per il tuo positionig sul mercato hai pensato a queste idee… stai proprio sbagliando:

 

  IDEA DIFFERENZIANTE GIUSTA

Un libro che ho letto e che mi è piaciuto molto per la semplicità delle idee e la realizzabilità è La Mucca Viola*  (ti lascio il link di Amazon) ma ti scrivo qui le 3 Idee che secondo quello che ho studiato ti aiutano a differenziarti al meglio:

Nella guerra di Brand Positioning lo specialista, la brand che fa un’unica cosa batte sempre il generalista, la brand che fa più cose differenti.

Questa idea differenziante, funziona tanto più quanto mancano aziende che creano marketing differenziante attorno a loro.

L’idea differenziante “tradizione” è efficace perché può mostrare una differenza della tua Brand rispetto ai competitor derivante dalla sua storia, localizzazione geografica o struttura (Brand “familiare” o “Brand Geolocalizzato”).

Pensiamo al colosso Amazon che si interpone tra compratore e venditore e fa da garante sui prodotti.

Il tonno pinne gialle per Rio Mare – Il Parmigiano Reggiano delle vacche rosse – Birra Poretti ai 7 Luppoli selezionati – i granelli blu per i detersivi lavatrice

L’ingrediente magico non deve essere spiegato, è appunto magico. Ma deve essere comunicato in modo emotivo e impattante. Può essere il metodo produttivo, ovvero come viene fatto il prodotto. Se hai un processo produttivo (anche nei servizi) particolare, puoi usarlo come ingrediente magico.

Questa strategia è particolarmente indicata per prodotti di tipo utensile e tutti quelli che portano un risultato tangibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *