Local SEO e Local Marketing: come cambia il marketing sul territorio  dopo il covid-19

 

In un contesto sempre più “globale”, quello del web e dei social network, parlare “locale” significa distinguere la propria offerta, renderla unica e inimitabile, fidelizzare i clienti.

Se ti chiedessi cos’è per te la pubblicità locale, cosa mi risponderesti? Molto probabilmente mi diresti la radio, la TV, i giornali, i cartelloni stradali ecc…Giusto?

E se invece ti dicessi che oltre la pubblicità tradizionale che già conosci, esiste un canale in grado di farti raggiungere migliaia di utenti potenziali interessati al tuo prodotto o servizio, ci crederesti?

Uno dei vantaggi più grandi dell’Internet economy è che, nonostante abbiamo la possibilità di entrare in contatto istantaneamente con persone e aziende dell’altra parte del pianeta, tutto improvvisamente sta diventando più vicino. Quando scegliamo di fare affari con un business locale, che sia il negozio di abbigliamento all’angolo o un Ecommerce con sede vicino a voi, a trarne beneficio non è soltanto il commerciante stesso, ma tutta la comunità.

Partiamo dal presupposto che Google ha rivoluzionato il nostro modo di ragionare ed è sempre più parte delle comunità locali: oggi interroghiamo il motore di ricerca prima di fare qualsiasi scelta, da quella del ristorante per una cena con gli amici a quella della prima casa da acquistare o della prossima persona da assumere nella nostra azienda. I dati a sua disposizione sono innumerevoli e, giustamente, ne sta facendo tesoro, utilizzandoli per migliorare la nostra vita. E il nostro business.

Forse sei un una di queste condizioni:

Nel corso degli anni hai pensato che fare pubblicità era un privilegio solo delle grandi aziende, quelle con tanto budget, quelle con dei professionisti del settore ben pagati per fare solo quello. Oggi è arrivato il momento di allontanare quella convinzione infondata.

Prima erano le grandi aziende che “Buttavano nel mucchio” le pubblicità con enormi budget, oggi sei tu, proprietario di un’attività locale che devi farti trovare quando il tuo utente ti sta cercando, quando il tuo cliente tipo sta cercando un tuo prodotto nel web…

Philip Kotler, massimo esponente mondiale del marketing management sintetizza il passaggio così:

“Il Marketing de passato si realizzava in una reclame, uno spot che passava in radio, tv e carta stampata. Il digitale offre la possibità di sapere cosa il cliente desidera e cosa il nostro marchio può offrire”

Oggi non è più il prodotto o il servizio che invade il territorio senza alcun filtro e senza preoccupazioni di budget di spesa, ma è il prodotto o servizio a farsi trovare da chi lo sta cercando e da chi ha bisogno di soddisfare quella particolare esigenza in quel particolare momento.

Grazie agli strumenti ed i tool più performanti sul mercato hai la possibilità di conoscere approfonditamente il tuo target di mercato, puoi sapere cosa gli piace e cosa no, quali sono i suoi interessi,, preferenze, gusti ecc… quindi è molto più semplice e possibile per qualsiasi local business in Italia e nel mondo.

La gestione del Marketing Locale

Sono diversi i fattori che possono decretare il successo di una strategia di local marketing. Potremmo riassumerli in 7 punti :

 

  1. Esperti che ti aiutano a risparmiare tempo: avere dalla vostra parte collaboratori in grado di generare engagement, attrarre nuovo (e qualificato) pubblico sul vostro sito, ma anche nel vostro negozio, può essere l’elemento che decreterà il successo della vostra attività.
  2. Social media marketing: gestire la pagina Facebook di un business locale non è come gestire la fanpage di un Ecommerce o di un’azienda il cui contatto con il cliente non è elemento determinante. All’interno di un negozio succedono (tante) cose, e viverne la quotidianità vuol dire crearsi una fonte inesauribile di nuovi contenuti. Per non parlare poi di Google My Business, molto piú di un social network e che i piú fanno davvero fatica a capire come utilizzare al meglio
  3. Sito mobile friendly: può sembrare scontato parlare di sito responsive ancora oggi, a l’inizio del 2021 , eppure circa il 83% delle attività local non ha un sito o, se ce l’ha, non è ottimizzato per gli smartphone… per noi un sito non è fondamentale… è fondamentale, convertire gli utenti e aumentare le vendite anche con una landing page
  4. Facebook advertising: questa attività si ricollega al punto 2, ma è sempre preferibile scinderle in azioni diverse poiché le competenze richieste nella gestione della pubblicità su Facebook non sono le stesse di chi deve gestire una pagina.
  5. AdWords e AdWords Express: la possibilità di geolocalizzare un contenuto pubblicitario e indirizzarlo in modo estremamente preciso al target è un’occasione troppo ghiotta per non essere colta.
  6. Content marketing: non si parla del semplice copywriter ovvero della figura in grado di buttare giù in poco tempo il contenuto per un blog. Il local content curator conosce usi, costumi e tradizioni della città/zona in cui è situata l’azienda e riesce a creare contenuti originali e creativi, in grado di ottenere engagement ed essere trovati dai motori di ricerca.
  7. Reputation management: oggi anche la pizzeria d’asporto del quartiere ha enormi interessi nel monitorare la propria reputazione  perché una recensione negativa o una stellina in meno tra i risultati di ricerca possono portare grosse perdite (o mancati introiti) a favore di chi invece cura la propria reputazione. La buona reputazione è direttamente correlata alla maggiore visibilità su Google.
  8. Lista locale  e Google My Business: codificare in modo corretto le informazioni della vostra attività è molto importante. Impostare in maniera corretta l’account Google My Business lo è ancor di più.  È un dato di fatto che oltre il 40% delle aziende local non ha “ufficializzato” la proprietà dell’azienda su Google.

I vero punto di forza delle ATTIVITA’ LOCALI

Perchè avere una strategia vincente può darti un vero vantaggio competitivo

 

Il vero punto di forza è la VICINANZA.

Si tratta di un vantaggio veramente UNICO perchè è in grado di raggiungere i tuoi utenti target nel territorio e nell’ambiente in cui vivono, consumano, hanno preferenze, esprimono dei pareri ecc

Infatti il termine “Locale” ormai non è più sinonimo di “debolezza” o “di poco efficace” è esattamente il contrario.

E’ qui che interviene il principio di familiarità secondo cui, più si ha familiarità con qualcosa o con qualcuno, più si è propensi a scegliere quella cosa o ha condividere l’esperienza di quel servizio. Una volta scelti i nostri simili, quelli che la pensano come noi, scatta immediatamente il senso di appartenenza al punto di cominciare a parlare al plurale… guarda tu stesso e accedi al nostro gruppo facebook do Locale Marketing Italie e Landing Page dove ci confrontiamo e dove vengono rilasciate ogni settimana strategie  utili per la tua attività locale 

Pensare global, agire local

Parlare alla comunità – che sia questa nazionale o regionale significa coinvolgerla, smuoverla, far diventare virale un contenuto.

Per scrivere contenuti di questo tipo ci vuole un’idea e una strategia ben precisa, ma anche conoscenza del luogo, delle tipicità, e non bastano tool per identificare la parola chiave.

In quest’ottica tutto cambia

Fare Local Business è una cosa seria, va pensato, pianificato, analizzato; solo in questo modo può funzionare. Non si va per tentativi per per consapevolezza ed esperienza sul camp, su basi reali e dati concreti.

Se non hai mai fatto questo tipo di promozione e vuoi iniziare con un servizio pensato solo per i LOCAL Business, inizia con il nostro Servizio SPRINT per Local Business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *